News

“Estate italiana con Pellegrino Artusi” - Consolato Generale d'Italia a Francoforte @ItalyinFFM in collaborazione con Casa Artusi

per celebrare il bicentenario di Pellegrino Artusi
una serie di iniziative all'aperto presso InCantina Enoteca Regionale Emilia Romagna a Francoforte.
Presente virtualmente all’inaugurazione il Presidente di Casa Artusi Laila Tentoni
#vivereallitaliana #WeAreItaly #artusi200
Ministero Degli Affari Esteri - "La Farnesina"
Regione Emilia-Romagna Cultura Emilia-Romagna

Una serata dedicata a “Pellegrino Artusi, il gastronomo che visse nel futuro” nell’ambito della rassegna “Per l’alto sale – Il trebbo in musica 2.0”

Protagonisti la presidente di Casa Artusi Laila Tentoni e i Bevano Est

Mercoledì 24 giugno, ore 21,30 – Arena dello Stadio dei Pini, Milano Marittima

Trasferta in riva al mare per le celebrazioni artusiane, grazie al Ravenna Festival.Mercoledì 24 giugno, a partire dalle ore 21,30, l’Arena dello Stadio dei Pini di Milano Marittima ospiterà una serata di parole e melodie dedicata a “Pellegrino Artusi, il gastronomo che visse nel futuro”. L’appuntamento fa parte della rassegna “Per l’alto sale - il trebbo in musica 2.0”, organizzata da Ravenna Festival con il Comune di Cervia.

A guidare il pubblico alla scoperta dell’autore di “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” e dell’attualità dei suoi insegnamenti sarà un’autorità in materia: la presidente di Casa Artusi Laila Tentoni, da molti anni impegnata a divulgare e valorizzare l’eredità artusiana nel mondo. La parte musicale, invece sarà affidata al gruppo dei Bevano Est che, come Artusi, ha le sue radici a Forlimpopoli, dove si è costituito una trentina di anni fa, all’interno della locale Scuola di Musica Popolare.

Si parlerà di ricette e, soprattutto, dei dettami del grande Pellegrino (qualità degli ingredienti, stagionalità, territorialità, semplicità, ecc.), validi oggi più che mai. Ma sarà anche l’occasione per conoscere un personaggio decisamente fuori dall’ordinario, colto, curioso e arguto - come attestano le considerazioni e gli aneddoti che arricchiscono le sue ricette, fino a trasformarle in veri e propri ‘racconti culinari’ – e di capire perché il suo manuale di cucina sia diventato uno dei libri più importanti per la costruzione dell’identità nazionale, pochi decenni dopo l’unità d’Italia.

La serata è in collaborazione con Casa Artusi.

Bicentenario artusiano: al via un concorso on line nel nome del grande Pellegrino

Il contest è rivolto a cuochi professionisti legati alla cultura gastronomica tosco-romagnola

Chiamata ai fornelli nel nome di Pellegrino Artusi per gli chef innamorati della cucina toscana e romagnola.

Nel bicentenario della nascita del grande gastronomo, padre riconosciuto della cucina domestica italiana, le associazioni Cuochi Romagnoli e Cuochi Firenze, insieme a Casa Artusi, lanciano un concorso on line rivolto ai cuochi professionisti, ambasciatori della cultura enogastronomica tosco-romagnola, con l’intento di rendere omaggio all’autore di “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” e di promuovere e valorizzare il sistema gastronomico dei due territori – Romagna e Toscana – in cui Artusi è vissuto.

Oltre a Casa Artusi, alle Associazioni Cuochi di Firenze, Forlì Cesena, Ravenna, Rimini e all’Academy Cooking Rimini, sostengono il concorso il Comune di Forlimpopoli, il Comune di Firenze, la Camera di Commercio della Romagna.

Ai partecipanti è richiesto di presentare un piatto da esposizione ispirato al ricettario artusiano e alla sua filosofia. E quindi, piena libertà per quanto riguarda la scelta della pietanza - primo, secondo, dessert, da consumare freddo o caldo, purché ispirato all’Artusi - , ma tassativa richiesta di usare come base della ricetta ingredienti ‘poveri’ e di rispettare la stagionalità dei prodotti, come prescrive il decalogo della cucina artusiana.

Per partecipare c’è tempo fino al 15 luglio 2020, e per farlo occorre inviare la foto del piatto accompagnata da una breve ricetta in stile artusiano (cioè che non si limiti a indicare il procedimento, ma racconti il piatto e, magari, qualche aneddoto) e una foto dell’autore in divisa o mentre è impegnato nella preparazione. L’invio va fatto attraverso la pagina Facebook dell’Associazione Cuochi Romagnoli, utilizzando i suoi collegamenti Whatsapp o Messanger.

A giudicare le proposte sarà una giuria composta da chef titolati, giornalisti, esperti enogastronomici e da un rappresentante di Casa Artusi.

Trattandosi di un concorso esclusivamente on line, non è prevista la degustazione, ma saranno seguiti quattro criteri di valutazione: si guarderà al rispetto del tema assegnato, alla tecnica di esecuzione, all’aspetto estetico e alla presentazione del piatto, e infine alla capacità di raccontare la ricetta in modo sintetico e comprensibile, secondo lo stile del grande Pellegrino. Per ognuno di essi la giuria potrà assegnare da 0 a 25 punti, e chi otterrà il punteggio più alto sarà proclamato vincitore.

La proclamazione si terrà il 4 agosto, giorno del 200° compleanno del grande Pellegrino, con una diretta Facebook sulla pagina dell’Associazione Cuochi Romagnoli.

Il premio per la vittoria consiste in un busto di Artusi in bronzo firmato dall’artista Pasquale Manzelli (a metterlo a disposizione il Comune di Forlimpopoli) e l’edizione del bicentenario de “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” .

Il bando completo può essere scaricato dal sito dell’Associazione Cuochi Romagnoli (http://www.associazionecuochiromagnoli.it/), nella sezione Eventi – Contest, oppure dalla pagina Facebook dell’Associazione Cuochi Romagnoli.

Il RISTORANTE Casa Artusi in LUGLIO propone:


I MERCOLEDI' DEL CRUDO

Tutti i mercoledì il menù dedicato al nostro mare

Solo pesce italiano, pescato e sostenibile

MENU' 5 PORTATE + DOLCE

ABBINAMENTO 2 CALICI di VINO NATURALE

€ 50 per persona tutto compreso


GIOVEDI' : SERE FUORI

Tutti i giovedì in centro storico a Forlimpopoli

Cibi di strada:

  • Passatelli fritti, yogurt e porcini € 7
  • Cappelletti al ragù € 10
  • Sandwich tacchino, pomodoro, insalata con mayonese fatta in casa € 6
  • Acciughe fritte, verdure e salsa di verdure € 10
  • Polpette di magro nel fricò € 6

Menu degustazione al ristorante € 35

  • Affettati, formaggi e giardiniera
  • Tagliatelle al ragù delle tre razze romagnole tirate al mattarello
  • Pollo disossato ripieno del compenso dei tortellini con peperoni in agrodolce
  • Mascarpone cioccolato e frutta

Compreso nel menu: un calice di Sangiovese superiore e mezzo litro di acqua minerale, caffè espresso


VENERDI': LA PIZZA NEL PADELLINO

Tutti i venerdì a cena: 1 padellino farcito + 1 birra 33cl. artigianale “Noiz”

impasto della pizza a lievitazione lenta (24 ore) con farina di grani antichi locali e biologici, cotto nella padella e farcito come fosse un panino

€ 10 esclusi acqua, coperto e caffè



DOMENICA l'APERITIVO

Tutte le domeniche dalle ore 18.30 torna il nostro aperitivo della domenica con il "buffet servito al

tavolo"

€ 10 un calice di vino o un cocktail con piatto dedicato


INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI:
telefono
+39 0543 74.80.49
mail ristorante@casartusi.it


Narrativa, poesia, saggistica, editoria, in Romagna i fermenti culturali sono tanti e vari.


Con questa rassegna, il Comune di Forlimpopoli e la Biblioteca Comunale "P.Artusi" intendono avviare un itinerario alla scoperta della produzione libraria più vicina a noi.


Autori e libri saranno portati all'attenzione dei lettori che potranno conoscere quel che, magari perché troppo vicino, rischiamo di non mettere a fuoco o vedere.


giovedì 2 LUGLIO 2020

ore 19 nella Corte di Casa Artusi

Alberto Cassani, L'uomo di Mosca


giovedì 9 LUGLIO 2020

ore 19 nella Corte di Casa Artusi

Margherita Barbieri, La bestia di Salvini


giovedì 16 LUGLIO 2020

ore 19 nella Corte di Casa Artusi

convito poetico a cura di Gianfranco Fabbri


giovedì 23 LUGLIO 2020

ore 19 nella Corte di Casa Artusi

Paolo Cortesi, Il borghese diffidente


Per informazioni:

tel. +39 0543 74.92.71
mail biblioteca.artusi@gmail.com
Segui la Biblioteca su Facebook