Un consigliere come Artusi - Puntata 4

Vorrà egli essere tanto buono di aiutarmi in questa questione che minaccia di compromettere le mia fama di abile preparatrice di dolci?

Queste le parole scritte il 15 gennaio 1909 dalla dimora veronese della Contessa Margherita Ruffoni Lochis che testimoniano quanto La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene cresca come raccolta comunitaria e condivisa con il pubblico di Pellegrino Artusi.

La contessa impegnata nella preparazione dei marrons glacés, servendosi dei grossi marroni di Avellino fatti arrivare appositamente dal marito, aveva seguito con insuccesso la ricetta di una vecchia signora, decise così di rivolgersi a un salvatore, a un consigliere, come lo definì ella stessa: Pellegrino Artusi, la cui scienza in cucina è considerata sinonimo di garanzia per le tante massaie d'Italia che decidono di cimentarsi ai fornelli.

In questa quarta puntata ascoltiamo Valentina Iosco, Dottoranda di ricerca, Università per Stranieri di Siena, che ci porta a scoprire l’asse comunicativo artusiano che ha il suo perno tra la Romagna e la Toscana per raccontare con una lingua chiara e semplice la cucina di casa, di mercato, di trattoria all’Italia (e al mondo).