DANTE e ARTUSI

Dantedì 25 MARZO 2020


Il 25 marzo del 1300 iniziava il viaggio ultraterreno di Dante Alighieri nell'aldilà (data concordata dagli studiosi) attraverso il capolavoro senza tempo della Commedia.


Pellegrino Artusi cita Dante nel ricettario e nell'Autobiografia, scrive di aver imparato a memoria l’Inferno e il Purgatorio nonché i passi più splendidi del Paradiso.

491. ANGUILLA ARROSTO

Potendo, preferite sempre le anguille di Comacchio che sono le migliori d'Italia (…) rammentate da Dante

(riferimento Purgatorio XXIV, 20-24)

46. CUSCUSSÙ

(…) Chè non è impresa da pigliare a gabbo - Descriver bene questo grande intruglio – Discriver fondo a tutto l’universo - Né da lingua che chiami mamma e babbo

(riferimento: Inferno XXXII, 7-9)

733. CONSERVA DOLCE DI POMODORO

Sembra dal titolo una conserva delle più strane, ma alla prova non riesce men degna di molte altre.

Ch' ogni erba si conosce per lo seme, dice Dante, e però se in questa conserva non rimane qualche semino, che ne faccia la spia, nessuno indovinerà di che sia composta

(riferimento Purgatorio XVI, 114)


Anche per questo la “Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene” è il romanzo intramontabile della cucina italiana!