News Stampa, radio e TV

Domenica 27 OTTOBRE 2019

Isola veneziana di San Giorgio Maggiore ore 15 presso la Fondazione Giorgio Cini,

"...e l'arte di mangiar bene. La cucina di casa ovvero la rivoluzione possibile del cibo quotidiano"

Nel novantesimo anniversario de La Cucina Italiana e a pochi mesi dal bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi, la cucina domestica sale imperiosamente alla ribalta. Le ricette di casa, familiari, relazionali, solitarie: fornelli vividi e tv spente, musica alta e cuori battenti, menti sveglie e mani sapienti. La cucina come spazio di libertà e creatività concreta. Dedicare tempo e intelligenza al cibo in un impasto di bisogno, piacere e desiderio.

Relatori

Alberto Capatti, Storico della cucina e della gastronomia e Presidente Comitato Scientifico Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli

Maddalena Fossati, Direttore La Cucina Italiana

Laila Tentoni, Presidente Casa Artusi

Aldo Colonetti, filosofo e storico del design.

Conduce: Massimiliano Borgia Direttore Festival del Giornalismo Alimentare di Torino


INGRESSO GRATUITO con prenotazione su

http://altascuolaveronelli.it/nutrimenti2019/


Un laboratorio con incontri e assaggi aperti ad appassionati, professionisti e menti curiose che, a partire dal vino e dalla cucina, dalla sensorialità e dalla parola, metterà a confronto prospettive nuove e diverse sui temi della terra, della città e delle relazioni sociali.

La meravigliosa isola veneziana di San Giorgio Maggiore, affacciata sul Bacino di San Marco, è pronta ad ospitare la seconda edizione di NutriMenti | Festival della Cultura Gastronomica a cura dell’Alta Scuola Italiana di Gastronomia Luigi Veronelli. Presso la sede di Fondazione Giorgio Cini, infatti, da giovedì 24 a domenica 27 ottobre il sapere della terra e della tavola sarà approfondito e discusso con un ricco programma di incontri, degustazioni e dibattiti animati da personalità del mondo del vino, della critica gastronomica e della cultura.



Funzionali sì, ma di design, spesso minimal e che sconfinano nel living.

La cucina oggi non è più lo spazio stretto, quasi di servizio, a cui eravamo abituati anni fa. Cambia e diventa luogo da vivere perché a essere cambiato è il nostro rapporto col cibo, da necessità a piacere conviviale.

E proprio l’evoluzione dello spazio fisico in cucina, da Artusi a oggi, il tema al centro della puntata di Geo che andrà in onda mercoledì 23 ottobre 2019 dalle ore 15.50

Ancora una volta Carla Brigliadori, responsabile della Scuola di Cucina di Casa Artusi, sarà ospite del celebre programma di Rai 3 condotto da Sveva Sagramola ed Emanuele Biggi.

Insieme a lei, ospite della puntata anche l’architetto Gian Franco Gasparini.

Nel corso della puntata, mentre Carla si cimenterà nella preparazione di due ricette tratte da La Scienza in Cucina e l’Arte di Mangiar Bene, la numero 29. Minestra di bomboline di patate e la numero 614. Offelle di marmellata, l’architetto Gasparini illustrerà l’evoluzione dello spazio cucina e del conseguente rapporto col cibo.

Dalla cucina contadina di inizio ‘900, caratterizzata dalla coltivazione e preparazione degli ingredienti e da una grande manualità, che compensava la scarsità di strumenti ed elettrodomestici a disposizione, alla cucina operaia, con le prime conquiste in termini di comodità e velocità nella preparazione degli alimenti e l’incondizionata fiducia nel progresso.

Si arriva così alla cucina contemporanea in cui, tra robot e take away, si passa poco tempo ai fornelli e, forse, si è perso il significato di cosa sia realmente il cibo. Ma non tutto è perduto, Gasperini parlerà anche di un ritorno al rapporto più autentico col cibo inteso come cultura, della riscoperta del piacere di coltivare e preparare ciò che mangiamo e del recupero di tradizioni che sembravano perse.

Gian Franco Gasparini ha insegnato progettazione industriale all'ISIA di Firenze e ha fondato e diretto l'Università del Progetto, scuola di design e comunicazione con sede a Reggio Emilia. È stato responsabile di progetti di design e comunicazione per innumerevoli aziende come Alessi, Barilla, Credem, Max Mara, Omnitel, The Walt Disney Company, Zucchi. Nel 2002, insieme ad Anna Gasparini ha fondato la società Architettura della Comunicazione.

Associazione Art&tupresenta

Mescola Mescola Mescola 18 OTTOBRE 2019 ore 21

presso il Teatro Verdi, Piazza A. Fratti, Forlimpopoli,

Posto Unico 10 euro

Prenotazioni e vendita biglietti : 347.0637884 barbara.verlicchi@gmail.com

Canzoni Testo e Regia di Antonio Marzo.

“Un giornalista di una TV locale, da sempre appassionato alla cucina dell’Artusi, crea un talk-show per raccontarne la vita e le ricette del libro “La Scienza in Cucina e l’Arte di Mangiar Bene”.Tra chef inadeguati ed ospiti alquanto particolari, durante la trasmissione si verifica ciò che nessuno avrebbe mai pensato ….L’intervista impossibile!”

Una commedia con musiche originali, liberamente tratta dall’autobiografia “Tutto vi dono” di Pellegrino Artusi.

Con il patrocinio del Comune di Forlimpopoli e di Casa Artusi

IV Forum mondiale Unesco sull'alimentazione e la cultura intitolato

"Cultura e alimentazione: strategie innovative per lo sviluppo sostenibile”

Il 12 e 13 settembre 2019 a Parma all’Auditorium Paganini

Giovedì 12 settembre 2019 ore 18 Auditorium Paganini di Parma

Francine Segan conduce la presentazione

Casa Artusi e la Città di Forlimpopoli presentano: "Pellegrino Artusi padre della cucina domestica italiana. Bicentenario 2020"

A seguire, in collaborazione con l'Associazione delle Mariette di Forlimpopoli, dimostrazione della preparazione della pasta fresca fatta a mano, mito e rito dell'Emilia-Romagna.

INGRESSO LIBERO

Parma, Città creativa della gastronomia, in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna, ospita il IV Forum mondiale in cui si riuniscono una vasta gamma di stakeholder provenienti da tutto il mondo: un evento mondiale che metterà le basi per uno sviluppo sostenibile nel rispetto della creatività e della specificità di ciascuno.

Uno dei panel del Forum riguarderà lo sviluppo socio-economico e culturale dei territori con riferimento all’esempio del Network delle Città Creative Unesco della Gastronomia. Nell’ambito di questo Network, di cui Parma è coordinatrice, darà vita ad un progetto su tutte le 26 città che ha l’obiettivo di sensibilizzare le nostre comunità al tema della lotta allo spreco di cibo. Da Parma a Tucson, da Chengdu a Florianopolis, da Macao a Bergen, si parlerà di food waste grazie a questo progetto. Durante il panel abbiamo proposto di presentare questo progetto, oltre a dare spazio ad altri casi interessanti di Città Creative Unesco della Gastronomia impegnate in progetti virtuosi sul tema dello sviluppo sostenibile legato al cibo” .

Domenica 15 SETTEMBRE 2019 a Modigliana (FC) dalle ore 10

Giunte alla loro 23^ edizione le Feste dell’800 sono dedicate a Silvestro Lega, protagonista della pittura dell’800 italiano ed europeo, sono un evento unico perché coniugano cultura e divertimento in una sintesi straordinaria che fa rivivere l’800 in tutti i suoi aspetti: quello romantico ed eroico, quello artistico e quotidiano.

Modigliana indossa abiti ottocenteschi, suona le musiche del XIX secolo, balla le antiche danze, offre i cibi genuini di antica tradizione, è percorsa dai garibaldini e si anima di sempre nuovi spettacoli ed animazioni.

Elemento caratteristico delle feste, sono i quadri viventi che ogni anno si rinnovano grazie allo straordinario impegno di tutta una comunità, destano meraviglia e stupore in tutti i partecipanti che ne mantengono a lungo il ricordo.

Forlimpopoli Città Artusiana, Casa Artusi e l'Associazione delle Mariette saranno presenti con la

DIMOSTRAZIONE DELLA PREPARAZIONE DELLA PASTA FRESCA FATTA A MANO,

MITO E RITO DELL’EMILIA-ROMAGNA a cura della Scuola di Cucina Casa Artusi in collaborazione con Associazione delle Mariette di Forlimpopoli

e ….

DIVAGAZIONI ARTUSIANE con la partecipazione straordinaria dell’attore Denio Derni

INFO Comune di Modigliana

Segui https://www.facebook.com/feste.ottocento/

https://www.facebook.com/modigliana.turismo/