News Stampa, radio e TV

Nel 2020 Pellegrino Artusi, padre riconosciuto della cucina domestica e grande divulgatore della lingua italiana, compie 200 anni. Nato a Forlimpopoli (FC) in Emilia-Romagna il 4 agosto 1820 (morto a Firenze il 30 marzo 1911) è conosciuto in Italia e nel mondo grazie al suo manuale La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene.

Chiamato con lo stesso nome dell’autore, “L’Artusi”, ininterrottamente editato dal 1891 e tradotto in molteplici lingue del mondo, rappresenta un best e long seller senza termini di paragone.

PROSSIMAMENTE in diretta dalle ore 17 RAI 3

Duecento anni sono passati dalla nascita di Pellegrino Artusi (e quasi centotrenta dalla prima uscita del suo capolavoro, il manuale di cucina a cui lavorò per vent’anni). L’anniversario non si riduce a semplice dato biografico, ma coinvolge la storia di un intero paese e la sua stessa identità culturale. Artusi infatti, con la Scienza in cucina, intese dare – e diede – un personalissimo contributo a un’Italia appena unita. La condivisione degli usi gastronomici gli pareva un tassello importante nel progetto di unificazione della cultura nazionale, assieme alla condivisione di una lingua comune, che non è solo quella dei salotti o dei giornali ma anche quella che si parla in cucina, quando si devono nominare gli ingredienti e le procedure. Ecco perché un filo sottile unisce le due storie, quella di Artusi e quella dell’Italia.

Massimo Montanari (Università Bologna: il più autorevole esperto italiano di storia dell’alimentazione)


Nel corso della puntata, Laila Tentoni, Presidente di Casa Artusi, e Sveva Sagramola presenteranno le iniziative dedicate alle celebrazioni del Bicentenario: 1 aprile 2020 - 30 marzo 2021


Carla Brigliadori, responsabile della Scuola di Cucina di Casa Artusi, si cimenterà nella preparazione di due piatti Artusiani.

PROSSIMAMENTE

presentazione del libro "Pellegrino Artusi il fantasma della cucina italiana" di Alberto Capatti (Mondadori, 2019)
Della vista di Artusi non si conosce molto: l'assalto del Passatore, i tentativi letterari, il successo del libro di cucina; eppure parliamo di uomo vissuto 91 anni!

Alberto Capatti, massimo studioso di Artusi, presenta la prima biografia del padre della cucina italiana, che, giunta a coronamento di anni di studio sui documenti disponibili, mette a fuoco al meglio il nostro eroe.

Al termine degustazione a tema


INGRESSO LIBERO presso Casa Artusi via A. Costa 27 Forlimpopoli (FC)

Con il patrocinio del Comune di Forlimpopoli

Casa Artusi al Festival del Giornalismo Alimentare

dal 20 al 22 FEBBRAIO 2020 a TORINO Centro Congressi Lingotto - via Nizza 280


Nell’anno dei festeggiamenti per i 200 dalla nascita di Pellegrino Artusi, Casa Artusi sarà al Festival

venerdì 21 FEBBRAIO 2020

ORE 10

La cultura gastronomica di fronte al futuro

La tradizione della cucina di fronte alle trasformazioni sociali e ai modi nuovi di consumare il cibo

Francesco Maietta (Censis)

Laila Tentoni (Presidente di Casa Artusi)

Andrea Bonini (Direttore del Seminario Veronelli)

Enrico Dandolo (Ceo della Fondazione Marchesi)

Modera: Eleonora Cozzella (La Repubblica)


Casa Artusi è il centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica italiana, Fondata a Forlimpopoli, in provincia di Forlì-Cesena, Casa Artusi è un museo vivo dedicato alla cucina che si trova in un antico convento ristrutturato e inaugurato nel 2007. È un luogo aperto ad appassionati e curiosi, professionisti e cultori, studiosi e ricercatori che vogliano approfondire la cultura e la pratica della cucina domestica. Si tratta quindi di una realtà che contribuisce alla promozione della cucina di casa, in particolare di quella romagnola, e dei prodotti sia del territorio locale che della Regione, con le sue specialità della tradizione e la sua produzione agro-alimentare di qualità. La Casa prende il nome da Pellegrino Artusi, scrittore e gastronomo, autore del famoso libro di ricette "La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene", frutto della conoscenza acquisita in numerosi di viaggi che ha fatto dal Nord al Centro del Paese. Artusi è nato proprio a Forlimpopoli il 4 agosto del 1820, e quest'anno si festeggia il centenario dalla sua nascita.

COOKING QUIZ, IL CONCORSO NAZIONALE DEGLI ISTITUTI ALBERGHIERI DEDICATO A PELLEGRINO ARTUSI, NELL’ANNO DEL BICENTENARIO DELLA NASCITA. IL PROGETTO DA’ L’AVVIO ALLA COLLABORAZIONE TRA CASA ARTUSI E LA SCUOLA DI ALMA. SI PARTE A FICO EATALY IL 17 FEBBRAIO: PROTAGONISTI GLI STUDENTI DELL’EMILIA ROMAGNA, TRA CUI L’ISTITUTO DI FORLIMPOPOLI


Saranno oltre 400 gli studenti delle classi 4a degli Istituti Alberghieri dell’Emilia Romagna che parteciperanno alla Sessione Speciale del Cooking Quiz, il progetto didattico dedicato, in questa edizione, a Pellegrino Artusi, omaggio al bicentenario della nascita del gastronomo. L’iniziativa dà inizio alla collaborazione tra Casa Artusi, che si occupa di promuovere la cultura e la pratica della cucina domestica, e la prestigiosa scuola per professionisti di Alma di Colorno, voluta dal compianto Gualtiero Marchesi.

Cooking Quiz è un progetto didattico nazionale, giunto alla quarta edizione, promosso da Plan Edizioni, leader nel mercato dell’editoria per gli Istituti Alberghieri, da Alma, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, e da Peaktime che da anni sviluppa format didattici per le Scuole finalizzati al trasferimento di valori e nozioni agli studenti di ogni ordine e grado. Coinvolge le classi 4a degli Istituti Alberghieri di Italia e per il suo valore didattico, formativo ed etico è patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole, Forestali e del Turismo. Un format dai grandi numeri che coinvolgerà oltre 50 Istituti Scolastici con la partecipazione di oltre 12mila studenti, un importante progetto che ha lo scopo di divertire ma soprattutto di insegnare e formare i giovanissimi.

La 4a edizione del Cooking Quiz ha un fil rouge comune in tutte le tappe: celebra il bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi, il grande scrittore e gastronomo padre della cucina italiana. Durante la prima fase di ogni tappa, nozioni di cucina e di sala sono il corollario di approfondimenti estratti dall’opera più famosa di Artusi, “La Scienza in Cucina e l'Arte di Mangiar Bene”, elaborati in collaborazione con Casa Artusi, il centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica italiana. Nella seconda invece, vengono messe alla prova le conoscenze apprese attraverso l'attività di gamification, ingaggiando una sana competizione tra studenti, condotta da Alvin Crescini, il poliedrico presentatore abile ad alternare momenti di grande concentrazione a siparietti molto divertenti insieme agli studenti, i veri protagonisti del format.

Lunedì 17 febbraio 2020 l’appuntamento sarà a Bologna, a Fico Eataly World, il parco agro-alimentare più grande del mondo, dove a partire dalle ore 10.30 nella Sala Congressi, saranno presenti per la sessione straordinaria del Concorso gli studenti delle classi 4a dell’IIS “P. Artusi” di Forlimpopoli, dell’IPSSAR “Veronelli” di Casalecchio di Reno, dell’IIS “Zappa-Fermi” di Bedonia (PR), dell’IIS “B. Scappi” di Castel San Pietro Terme (BO), dell’IIS “A. Motti” di Reggio Emilia, dell’IISTAS “Spallanzani” di Castelfranco Emilia (MO), dell’Istituto Alberghiero “G. Marcora” di Piacenza, dell’IPSSAR “O. Vergani” di Ferrara, dell’IIS “Nelson Mandela” di Castelnovo ne’ Monti, del Convito Nazionale “R. Corso” di Correggio (RE).

Grande la soddisfazione di ALMA, la Scuola Internazionale di Cucina Italiana, e Plan Edizioni, ideatrici del progetto. Insieme hanno pensato il Cooking Quiz per formare e far crescere culturalmente i futuri chef, attraverso un percorso disciplinare innovativo e interattivo, con una didattica non frontale ma rendendo gli studenti parte attiva del progetto. Come ha sottolineato Andrea Sinigaglia, general manager di Alma: “Non esito a definire il Cooking Quiz il più importante, innovativo e utile progetto di edutainment rivolto agli istituti alberghieri italiani. Occasione unica di approfondimento ma soprattutto di incontro tra giovani studenti di tutte le regioni. Quest’anno in occasione del bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi tante domande verteranno su questo tema capitale per comprendere le radici di ciò che chiamiamo cucina italiana”.

Soddisfazione per questo progetto anche dalla Presidente di Casa Artusi Laila Tentoni, che evidenzia l’inizio della collaborazione tra il centro di cucina e la scuola di Alma. "Doppio gusto per Casa Artusi, nell'anno del bicentenario della nascita del padre della cucina domestica italiana: avviamo con il cooking quiz una importante collaborazione con Alma e, grazie alla prestigiosa scuola Internazionale fondata da Gualtiero Marchesi (Premio Artusi 1998), mettiamo a servizio dei maestri di cucina di domani anche una guida come la Scienza in cucina che, imperitura, continua ancora oggi a fornirci preziosi consigli. Auguri naturalmente ai ragazzi dell’Alberghiero di Forlimpopoli, che sicuramente lasceranno, come sempre capita, buona memoria del loro lavoro”.

Tra le particolarità del Cooking Quiz c’è l’attenzione anche all’ambiente, riservando una sezione ai preziosi consigli su come effettuare una corretta raccolta differenziata degli imballaggi e dei prodotti utilizzati in cucina grazie alla collaborazione del Consorzio Corepla (Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica) e del Consorzio Ricrea (Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio).

Tutti gli appuntamenti del Cooking Quiz diventeranno trasmissioni televisive che saranno trasmesse a partire da marzo sul piccolo schermo. Potremo rivedere i ragazzi impegnati in pillole di cucina, curiosità, consigli pratici per una sana e corretta alimentazione e consigli su come differenziare gli imballaggi in cucina, iniziative che faranno da cornice al game-show.

Il format. Le classi per ogni Istituto che otterranno i punteggi più alti passeranno di diritto alla finalissima nazionale di Salsomaggiore Terme. La finalissima si svolgerà a Salsomaggiore Terme nei giorni 20-21-22 maggio 2020, dove gli Istituti Alberghieri provenienti da tutta Italia si batteranno per ottenere l’ambito titolo di Campione nazionale Cooking quiz 2020, oltre a importanti premi messi in palio per le prime tre scuole classificate per ogni indirizzo di studi. Saranno tre giorni all’insegna della formazione e della cultura enogastromica locale, nonché occasione d’incontro con importanti Chef.

E’ on line l’APP “cookingquiz” il modo divertente ed innovativo per misurarsi e soprattutto per vincere tanti premi! Quesiti preparati appositamente dagli Chef Alma e dai docenti degli Istituti Alberghieri coinvolti nel Cooking Quiz mettono alla prova l’utente sulla propria preparazione su temi di cucina e sala. In palio un corso di alta formazione presso Alma e crociere a Barcellona. Tutti i dettagli su cookingquiz.it

Affiancano il progetto: CNA Agroalimentare, Coal, Cooperlat, COREPLA Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica, Electrolux Professional, Eurovo, Granarolo, Oleificio Zucchi, Qui da noi Cooperative Agricole, RICREA Consorzio Nazionale Riciclo e Recupero Imballaggi Acciaio, Unicam.

Il ristorante Casa Artusi è lieto di presentare la mostra personale dell’artista Alessandro TURONI

“Visioni Siderali”.

Inaugurazione giovedì 5 MARZO 2020

dalle ore 20 vernissage con aperitivo e guida alla mostra alla presenza dell’Artista

A seguire, su prenotazione in Ristorante Casa Artusi, cena a tema proposta da Andrea Erbacci.

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI:
telefono
+39 0543 74.80.49
mail ristorante@casartusi.it