News Mariette

LA “SFOGLIA DA GUINNESS”

12 MAGGIO 2019 a FICO Eataly World

CONTRO GLI STEREOTIPI, UOMINI E DONNE DA TUTTA ITALIA “AL MATTARELLO” PER REALIZZARE LA SFOGLIA PIU’ LUNGA DEL MONDO

La parità dei sessi si fa anche con la sfoglia. In uno dei mestieri considerati tradizionalmente “femminili” e appannaggio delle massaie, hanno ormai fatto il loro ingresso anche gli uomini, spesso giovani, che in tutta Italia si mettono al mattarello “rubando” i segreti di mamme e nonne. Ne daranno prova a FICO Eataly World che, nel giorno della festa della donna, lancia la sfida per realizzare la sfoglia più lunga del mondo, contro tutti gli stereotipi. Il 12 MAGGIO 2019, nel parco del cibo di Bologna, si terrà “Sfoglia da guinness”, per realizzare la sfoglia fresca tirata al mattarello più grande di sempre: 100 metri di bontà all’uovo, realizzata da uomini e donne in arrivo da tutta Italia. Saranno all’opera infatti cuochi e cuoche delle Cesarine, le Mariette e i Marietti di Casa Artusi e le sfogline di SfogliAmo, che insieme a FICO organizzano la giornata da record.

L’idea è di Tiziana Primori, amministratore delegato di FICO Eataly World, che spiega: “Il soffitto di cristallo, la difficoltà delle donne di arrivare al vertice delle aziende e delle istituzioni, si infrange anche rompendo gli stereotipi su quali debbano essere, invece, i lavori femminili. Vogliamo andare oltre i pregiudizi, portando a FICO persone, giovani e meno giovani, che hanno trovato nel mestiere della sfoglia una professione che è anche una passione, che racchiude le nostre tradizioni e la nostra cultura enogastronomica”.

Se la pasta è, nel mondo, la regina della cucina italiana, la pasta fresca è una tradizione della cucina domestica che attraversa la penisola da Nord a Sud, con migliaia di ricette e di versioni. Un’arte tutt’altro che relegata nel passato, come dimostra la start up bolognese SfogliAmo: una cooperativa di ragazzi e ragazze che propongono in veste moderna e gourmet una delle attività classiche dell’enogastronomia italiana. A FICO, metro per metro, l’Italia della sfoglia si dipanerà in tutte le sue ricette e tradizioni, mostrando dal vivo l’incredibile varietà di formati nati per accogliere i ripieni, i condimenti e le salse di ogni angolo d’Italia.

Accanto ai giovani di SfogliAmo, saranno all’opera decine di “artisti del mattarello”. A “Pasta da guinness” parteciperanno infatti le Cesarine, la più antica rete di cuoche casalinghe d'Italia che conta più di 600 tra padrone e padroni di casa appassionati e accoglienti, che aprono le porte delle loro cucine a viaggiatori curiosi per coinvolgerli in esperienze culinarie indimenticabili . A FICO Eataly World arriveranno Cesarine da ben 11 regioni italiane: una “biodiversità” di cucine locali che rappresenta la vivacità del network e la sua presenza capillare in Italia.

Nella performance non potevano mancare le Mariette e i Marietti di Casa Artusi, che, fra le altre attività, insegnano nei corsi della scuola del centro di cultura dedicato al padre della cucina italiana e prendono il loro nome dalla fedele e insostituibile governante dell'Artusi, Marietta Sabatini. L’Associazione - che conta, fra uomini e donne, più di centocinquanta soci - persegue il fine statutario, senza fini di lucro, di valorizzare la cucina di casa e le tradizioni gastronomiche popolari, con una speciale attenzione rivolta alla cucina della tradizione emiliano-romagnola.

#sfogliadaguinness

https://www.facebook.com/notes/fico-eataly-world/8-marzo-fico-lancia-la-sfoglia-da-guinness/25712114...Il PROGRAMMA della giornata https://www.eatalyworld.it/it/sfoglia-da-guinness

https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/cronaca/foto/sfoglia-record-1.4587367

Dal Canada all’Italia con tappa d’obbligo a Casa Artusi anche perché il manuale artusiano è conosciuto nello stato nord americano grazie soprattutto alla versione in lingua inglese pubblicata dalla University of Toronto Press.

È avvenuto nei giorni scorsi nell’ambito del progetto Authentic Italian table della Camera di Commercio Italiana dell’Ontario (Toronto) insieme a Roberto Fracchioni, docente di origine piacentina del Centennial College, che ha condotto alla scoperta del bello ed il buono in Emilia-Romagna, gli chef Fraser Macfarlane, Andrew Thorne e Michael Russell.

La Regione Emilia-Romagna nel novembre scorso ha effettuato un’importante azione in Canada (Ontario, Quebec e British Columbia) anche in collaborazione con la Camera di Commercio Italiana a Toronto, il cui la Vicedirettrice, Tiziana Tedesco, ha favorito e promosso il tour nel nostro Paese.

All’arrivo a Forlimpopoli, in Casa Artusi, gli ospiti sono andati alla scoperta del patrimonio culturale di cui la città artusiana è depositaria e dell’articolato e significativo progetto che ruota attorno al tema della cucina di casa. In Scuola di Cucina hanno fatto esperienza della preparazione della pasta fresca fatta a mano attraverso le volontarie dell’associazione delle Mariette di Forlimpopoli, i secondi piatti di carne e pesce con il Maestro Paolo Teverini (Vice Presidente Associazione Chef to chef emiliaromagnacuochi) e lo street food con il Maestro Fabrizio Mantovani.

Il tour, grazie alla collaborazione con Ser.In.Ar, è proseguito a Cesena nel Campus di scienze e tecnologie degli alimenti dell’Università di Bologna, dove sono stati accolti da Alessandra Bendini e, guidati da Enrico Valli e da Enrico Casadei, hanno effettuato una degustazione d’olio d’oliva. In tale occasione hanno sperimentato l’attività di analisi sensoriale per la verifica della corrispondenza ai parametri organolettici presenti nei disciplinari DOP Brisighella e DOP Colline di Romagna.

Il tour ha fatto tappa anche in un Caseificio di produzione del Parmigiano Reggiano DOP, nell’Azienda agricola e relais Antica Corte Pallavicina che produce Culatello di Zibello DOP, in una Acetaia di produzione dell’Aceto Balsamico di Modena DOP, in uno stabilimento di produzione Piadina Romagnola IGP e naturalmente i cuochi canadesi hanno vissuto l’esperienza unica e straordinaria di Fico Eataly World.

Il tour si è concluso con la visita al Vinitaly, ospiti di Enoteca Regionale Emilia-Romagna.

A seguito di questa esperienza gli chef canadesi, nel mese di giugno, organizzeranno degli eventi di degustazione presso i loro ristoranti per condividere con i propri Clienti le eccellenze agroalimentari del nostro territorio.

Domenica delle Mariette 7 APRILE 2019 ore 15.30

Percorsi di conoscenza e degustazione ad INGRESSO LIBERO.

Giorgio Cicognani presenta "Le ricette di mamma Vittorina" :

non solo cucina ma anche immagini del territorio... come lavoravano le nostre cuoche. Pranzi di nozze, occasioni importanti, eventi che restavano nella memoria della comunità.

Al termine degustazione a tema


Nel contesto del progetto di FORLIMPOPOLI CITTA' ARTUSIANA , in onore dell’insostituibile cuoca e governante dell'Artusi, Marietta Sabatini, è stata costituita l'Associazione delle Mariette.

Lo scopo è quello di valorizzare la cucina di casa e le tradizioni gastronomiche popolari attraverso la ricerca, la comunicazione e la formazione, con una speciale attenzione riservata alla cucina della tradizione emiliano-romagnola. L'Associazione delle Mariette, che conta più di 100 soci, svolge un ruolo molto importante nella Scuola di Cucina di Casa Artusi.

Le Mariette collaborano con la Scuola di Cucina per il tramite delle loro personali esperienze nella cucina di casa, e insegnano nei nostri corsi pratici dedicati alla sfoglia, la pasta fresca all’uovo impastata a mano e tirata al mattarello, e alla piadina, il pane di Romagna, fianco a fianco con i nostri corsisti: le mani delle Mariette sono docenti specializzate e sanno insegnare più di tante parole.


Domenica delle Mariette 17 MARZO 2019 ore 15.30

Percorsi di conoscenza e degustazione ad INGRESSO LIBERO.

NUTRACEUTICA. "Fa che il cibo sia la tua medicina e che la tua medicina sia il cibo" questa celebre frase di Ippocrate è alla base della nutraceutica, la scienza che studia gli effetti terapeutici degli alimenti.

Ospite la dott.ssa LISA PASINI

Al termine degustazione a tema in collaborazione con Farmacia Comunale di Forlimpopoli.

A questo LINK i prossimi appuntamenti VEDI

Nel contesto del progetto di FORLIMPOPOLI CITTA' ARTUSIANA , in onore dell’insostituibile cuoca e governante dell'Artusi, Marietta Sabatini, è stata costituita l'Associazione delle Mariette.

Lo scopo è quello di valorizzare la cucina di casa e le tradizioni gastronomiche popolari attraverso la ricerca, la comunicazione e la formazione, con una speciale attenzione riservata alla cucina della tradizione emiliano-romagnola. L'Associazione delle Mariette, che conta più di 100 soci, svolge un ruolo molto importante nella Scuola di Cucina di Casa Artusi.

Le Mariette collaborano con la Scuola di Cucina per il tramite delle loro personali esperienze nella cucina di casa, e insegnano nei nostri corsi pratici dedicati alla sfoglia, la pasta fresca all’uovo impastata a mano e tirata al mattarello, e alla piadina, il pane di Romagna, fianco a fianco con i nostri corsisti: le mani delle Mariette sono docenti specializzate e sanno insegnare più di tante parole.

Domenica delle Mariette 24 FEBBRAIO 2019 ore 15.30

Percorsi di conoscenza e degustazione ad INGRESSO LIBERO.

GIANFRANCO BOLOGNESI, storico sommelier, studioso di enogastronomia, patron di Ristoranti, presenta il suo ultimo lavoro "dall'Osteria al Ristorante" (Ed. La Madia Travelfood)

Con Gianfranco Bolognesi il racconto di una vera e propria storia della ristorazione narrata da uno dei grandi protagonisti italiani.

Al termine degustazione a tema.


A questo LINK i prossimi appuntamenti VEDI

Nel contesto del progetto di FORLIMPOPOLI CITTA' ARTUSIANA , in onore dell’insostituibile cuoca e governante dell'Artusi, Marietta Sabatini, è stata costituita l'Associazione delle Mariette.

Lo scopo è quello di valorizzare la cucina di casa e le tradizioni gastronomiche popolari attraverso la ricerca, la comunicazione e la formazione, con una speciale attenzione riservata alla cucina della tradizione emiliano-romagnola. L'Associazione delle Mariette, che conta più di 100 soci, svolge un ruolo molto importante nella Scuola di Cucina di Casa Artusi.

Le Mariette collaborano con la Scuola di Cucina per il tramite delle loro personali esperienze nella cucina di casa, e insegnano nei nostri corsi pratici dedicati alla sfoglia, la pasta fresca all’uovo impastata a mano e tirata al mattarello, e alla piadina, il pane di Romagna, fianco a fianco con i nostri corsisti: le mani delle Mariette sono docenti specializzate e sanno insegnare più di tante parole.