News EventiPagina 3

Casa Artusi, venerdì 25 MAGGIO 2018 ore 21 INGRESSO LIBERO

presentazione "Mangiarsi le parole. 101 ricette d'autore" di Luca Clerici (Editore Skira)


IBC Emilia-Romagna organizza nei giorni 18-19-20 e 25-26-27 maggio 2018 la quarta edizione di “Dove abitano le parole. Scopriamo le case e i luoghi degli scrittori in Emilia-Romagna”.

La rassegna coinvolge tutto il territorio regionale ed è dedicata agli scrittori antichi e moderni che sono nati o vissuti in Emilia-Romagna.

Di questi scrittori spesso rimane una eredità tangibile rappresentata dalla casa – la loro casa - che conserva arredi, oggetti, memorie. In altre situazioni le case non esistono più, ma ci sono luoghi che di un autore ci parlano con grande intensità. Pensiamo alla Ferrara di Giorgio Bassani o alla “Bassa” parmense e reggiana di Giovannino Guareschi. Esistono infine istituzioni culturali - biblioteche, archivi, fondazioni – che conservano fondi librari e materiali d’archivio di uno scrittore e che si occupano di valorizzare e divulgare questo patrimonio.

“Dove abitano le parole” non si configura come una iniziativa estemporanea: da molti anni IBC dedica alle case museo e ai fondi degli scrittori un’attenzione particolare che si aggiunge a quella messa in campo dalle amministrazioni locali e da numerose associazioni culturali che operano sul territorio.

L’ edizione 2018 di “Dove abitano le parole” comprende anche due mostre allestite rispettivamente nella Biblioteca Malatestiana di Cesena e nella Biblioteca dell’Archiginnasio di Bologna. Le due mostre sotto l’identico titolo di “La voce delle carte” espongono lettere (a Bologna) e preziosi manoscritti autografi (a Cesena) dei più importanti letterati e artisti della prima metà del Novecento, provenienti dal fondo dello scrittore Giovanni Papini, acquisito dall’Istituto Beni Culturali.


“Dove abitano le parole” è un progetto di Alberto Calciolari, Isabella Fabbri, Priscilla Zucco, con la consulenza scientifica del prof. Andrea Battistini.

INFORMAZIONI presso la Biblioteca "P. Artusi"

tel. +39 0543 74.92.71
mail biblioteca.artusi@gmail.com

Sabato, 26 MAGGIO 2018

Partecipazione GRATUITA

Ore 9.15 ritrovo al PARCO URBANO di Forlimpopoli

-In caso di pioggia ritrovo presso la PALESTRA Scuola Don Milani via Crocette 34 -

con Simonetta Del Testa (Associazione REV di Forlimpopoli www.revstudio.it) e Barbara Meli (Associazione MELITEA di Forlimpopoli) in collaborazione con Walk in balance (www.wibtfi.it) per portare avanti il metodo 2P/B sul cammino biomeccanicamente corretto. PRENDERSI CURA DELLA POSTURA ATTRAVERSO IL CAMMINO. IL BUON CAMMINO VIENE CONSIDERATO UNA FORMA PRIVILEGIATA CHE HA PREVISTO LA NATURA PER MANTENERCI IN SALUTE, A PATTO CHE SI CAMMINI BENE!

Impariamo insieme a camminare!

Al termine, raggiungiamo, a piedi, Casa Artusi. Pausa con frutta fresca di stagione

Ore 11.30 in Casa Artusi

con Dino Sintoni www.justwellness.it

UTILIZZANDO IL METODO JUSTWELLNESS E’ POSSIBILE RITROVARE IL PROPRIO PESO PERFETTO E LA GIUSTA ENERGIA SENZA PERDERE IL PIACERE PER LA BUONA TAVOLA CON UNA CORRETTA ALIMENTAZIONE. E’ POSSIBILE FARE QUESTO SOLO ATTRAVERSO LA CONOSCENZA DEGLI ALIMENTI, DELLA SUA STORIA, DELLE SUE PROPRIETA’. VI SPIEGHIAMO COME FARE CON IL CIBO DI OGNI GIORNO!

Ore 12.20 termine e consegna attestati di partecipazione


a cura di Simonetta del Testa e Dino Sintoni

in collaborazione con Associazione delle Mariette e Casa Artusi

con il patrocinio del Comune di Forlimpopoli


18-27 maggio 2018 WELLNESS WEEK http://www.wellnessweek.it/2018/

Dieci giorni di sport, benessere, arte, enogastronomia, natura e aggregazione in Romagna.

Wellness Valley è l’iniziativa che fa della Romagna il primo Distretto internazionale per competenze e cultura sul Benessere e sulla Qualità della vita.

https://youtu.be/rLdgGdt8O_4


dal 18 al 27 MAGGIO in occasione della WELLNESS WEEK 2018

il Ristorante CASA ARTUSI propone, in aggiunta alla carta, un MENU' benessere e sano stile di vita

Benvenuto della cucina

Morbido di Cicerchie di Serra de’ Conti, Fava, Semi di Canapa, Peperoncino

Gnocchi di Patate (ricetta n. 89), Cefalo, Finocchio Selvatico, Taggiasche, Bottarga

La Primavera nel Piatto, Panna Acida, Nocciole del Piemonte IGP

Il Nostro Baba, Frutta Fresca, Gelato alla Spirulina

coperto, acqua minerale e caffè

euro 26 per persona

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI: Ristorante CASA ARTUSI
telefono
+39 0543 74.80.49
mail ristorante@casartusi.it


18-27 maggio 2018 WELLNESS WEEK

Dieci giorni di sport, benessere, arte, enogastronomia, natura e aggregazione in Romagna.

Wellness Valley è l’iniziativa che fa della Romagna il primo Distretto internazionale per competenze e cultura sul Benessere e sulla Qualità della vita.

https://youtu.be/rLdgGdt8O_4

Lunedì 14 MAGGIO 2018 ore 20

CENA a TEMA con il PRODUTTORE Stefano Bariani

Menu' 6 portate con vini biologici in abbinamento

Crudo di Crostacei Siciliani in Ceviche Mediterraneo

Abbinamento: TÈRA (Trebbiano)

Canocchia Come Fosse Gratinata

Abbinamento: CIARLA (Riesling Renano)

Sgombro al Miele di Castagno, Patata Affumicata, Cipolla Rossa Marinata, Squacquerone di Romagna DOP

Abbinamento: RUNDINERA (Marsanne)

Risotto Carnaroli del Delta del Po IGP con Salsiccia di Mora Romagnola, Ortica, Cedro

Abbinamento: FIORILE (Albana)

Galletto Romagnolo, Pioppini, Stridoli

Abbinamento: COLLANIMA (Albana Nera e Centesimino)

Crumble di Ciliegia, Gelato alla Crema, Chutney di Limone

euro 32

coperto, acque minerali e caffè inclusi


L'Azienda Agricola BIOLOGICA (Certificata ICEA) Fondo San Giuseppe si trova a Brisighella (RA), a 400 metri sul livello del mare. I terreni sono limo argillosi, calcarei, con scheletro marnoso e ricchi in sostanza organica. Le varietà più rappresentate sono: Albana, Trebbiano, Riesling renano, Chardonnay, Marsanne, Albana nera e Centesimino.

"Filosoficamente mi sento vicino al movimento dei vini naturali e personalmente intendo il vino come frutto spontaneo della terra, intaccato il meno possibile dagli interventi tecnici dell’uomo. L’agricoltura biologica è per me un credo e non una convenienza. Ero già convinto della bontà di questo metodo vent’anni fa, quando ero studente di agraria e intuivo l’impatto distruttivo dell’industria dei fitofarmaci sull’ambiente e sulla salubrità dei prodotti agricoli. Già allora ero un difensore dell’agricoltura di inizio ottocento, quando l’industria dei concimi e degli antiparassitari non era ancora nata e gli agricoltori-artigiani sapevano interpretare la terra attraverso un sapere che si tramandava da millenni." Stefano Bariani

INFORMAZIONI e PRENOTAZIONI:
telefono
+39 0543 74.80.49
mail ristorante@casartusi.it

20 maggio, 27 maggio, 3 giugno 2018

Ritrovo alle ore 11.30 presso l'Ufficio Informazioni Turistiche UIT di Forlimpopoli

in Via Andrea Costa n. 23 (durata 20 minuti)

Partecipazione GRATUITA

Una piccola passeggiata per Piazza Garibaldi e spostandoci nella suggestiva cornice della Chiesa dei Servi, in CASA ARTUSI, piccolo gioiello di arte e architettura barocca, si terrà la Presentazione di “Forlimpopoli Città Artusiana”

C’era una volta nel cuore della Romagna, una cittadina che, fondata dai Romani nel II secolo a.C. al crocevia tra la antica ‘via del sale’ e l’importante via Emilia, venne chiamata Forum Popili dal nome del console Popilio Lenate.
Oggi Forlimpopoli è patria di storia, arte e buon gusto: un percorso lungo secoli, che parte dalle caratteristiche anfore romane “tipo Forlimpopoli”, conservate assieme ad altri importanti reperti nel suggestivo Museo Archeologico MAF ospitato nei locali della Rocca rinascimentale, per arrivare a Casa Artusi, complesso dedicato al più illustre cittadino forlimpopolese, Pellegrino Artusi, padre riconosciuto della moderna cucina italiana, nonché unificatore delle tradizioni a tavola, della lingua, della cultura della nostra nazione. Costituiscono una tappa obbligata di questo ‘viaggio’ nel tempo l’imponente complesso della Rocca che conserva la memoria del suo signore, Brunoro II Zampeschi; la Basilica di San Rufillo in cui si custodiscono le spoglie del primo vescovo della città e pregevolissime testimonianze d’arte; il piccolo ma graziosissimo teatro comunale intitolato a Giuseppe Verdi, in cui ancora vivo è il ricordo dell’incursione del Passatore. Ogni luogo, una storia; ogni storia, un’emozione.

Nell’occasione verrà messo a disposizione, di tutti i partecipanti, del materiale informativo e si forniranno approfondimenti in merito alle proposte culturali e agli itinerari di visita alla città.

http://www.fattorieaperte-er.it/provincia/forli-cesena/