News EventiPagina 18

Italy-China Science, Technology & Innovation Week

Mercoledì 26 ottobre 2016 a Bologna presso Regione Emilia-Romagna Regione Emilia-Romagna, Agricoltura, caccia e pesca Città della Scienza
ITALY-CHINA Science, Technology & Innovation Week
Confronto tra Italia e Cina sui temi dell’innovazione, della scienza e della tecnologia, per costruire partenariati tecnologici, produttivi e commerciali nei contesti innovativi ricerca-impresa dei due Paesi.
e...al termine dei seminari...
ore 13 “Poggioli” Room and Hall, ground floor
Let’s crack the wheel: cracking a wheel of Parmigiano Reggiano
Fresh homemade pasta demonstration: Casa Artusi Cookery school and Associazione Mariette
#viaemilia #InEmiliaRomagna Emilia Romagna Tourism

La Settimana della Lingua Italiana nel Mondo è l’evento di promozione dell’italiano come grande lingua di cultura classica e contemporanea, che la rete culturale e diplomatica della Farnesina organizza ogni anno, nella terza settimana di ottobre, intorno a un tema che serve da filo rosso per conferenze, mostre e spettacoli, incontri con scrittori e personalità.

Casa Artusi è Ospite in Polonia dell'Istituto Italiano di Cultura di Cracovia dove Martedi 18 ottobre 2016 alle ore 19, alla presenza dell'Ambasciatore Italiano in Polonia, S.E. Alessandro De Pedys, la Vice Presidente, Laila Tentoni, terrà la conferenza "L'Artusi, l'Italia a tavola".

In occasione della conferenza sarà inaugurata la mostra documentaria "Pellegrino Artusi e l'unità italiana in cucina" realizzata dal Comune di Forlimpopoli in collaborazione con la Regione Emilia-Romagna Promozione culturale all'estero.

Mercoledì 19 ottobre 2016 alle 19.30 la conferenza si terrà presso il Centro italiano di Cultura di Bielsko-Biała.

Nata nel 2001 da un’intesa tra la Farnesina e l’Accademia della Crusca, sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, la Settimana si è sviluppata di edizione in edizione, coinvolgendo, oltre agli Istituti Italiani di Cultura, anche Ambasciate e Consolati.

Segui l'evento su facebook

#italianolinguaviva

La Città di Forlimpopoli, su proposta del Comitato Scientifico di Casa Artusi, assegna il Premio Artusi 2016 a Carlo Petrini, il visionario in missione per conto di Madre Terra.

Il Premio Artusi 2016 a Carlo Petrini per l’impegno titanico svolto con coerenza ed efficacia a favore della difesa delle colture in via d’estinzione e della biodiversità che l’ha condotto, fra l’altro, a fondare Slow Food, la prima
università di Scienze gastronomiche e la rete mondiale di contadini di Terra Madre. Giusto, oltreché bello e buono di artusiana memoria.

Il Premio Artusi viene conferito Sabato 29 OTTOBRE 2016 alle ore 17 in Casa Artusi, a Forlimpopoli.

Per saperne di più:

http://www.festartusiana.it/premio-artusi/carlo-petrini-premio-artusi-2016/

www.slowfood.it

www.terramadre.info

Notizia Ansa

In occasione della XX Festa Artusiana e in coincidenza con l’uscita del manuale artusiano tradotto in francese, “ La Science en cuisine et l’art de bien manger” della Casa editrice Actes Sud, la città di Forlimpopoli, su proposta del Comitato Scientifico di Casa Artusi, assegna uno speciale Premio Artusi a Paul Bocuse, il monumento della cucina francese nel mondo.

Lo Speciale Premio Artusi 2016 a Paul Bocuse, grande innovatore della cucina francese che, grazie a una lunga e prestigiosa carriera, ne resterà punto di riferimento imprescindibile nel mondo.

Lo Speciale Premio Artusi viene consegnato a Lione Sabato 5 NOVEMBRE 2016.

Per saperne di più:

http://www.festartusiana.it/premio-artusi/paul-bocuse-premio-artusi-2016/

http://www.bocuse.fr

http://www.institutpaulbocuse.com/

Notizia Ansa

“La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” è anche in lingua francese!

Il manuale, editato dalla prestigiosa Actes Sud, è uscito in Francia il 21 settembre 2016 e, domenica 25 settembre, è stato presentato in anteprima nazionale a Les Fetes Gourmandes autunnali, organizzate da Villeneuve Loubet, città natale del cuoco Auguste Escoffier con cui è gemellata Forlimpopoli, città d’origine del gastronomo Pellegrino Artusi.

La traduzione del manuale artusiano è stata curata da Marguerite Pozzoli, direttore della collezione “Letteratura italiana” per la stessa Casa Editrice, inseme con Lise Chapuis.

Il libro porta l’introduzione di Alberto Capatti, massimo esperto artusiano e componente del Comitato Scientifico di Casa Artusi.

La Pozzoli, durante la presentazione a Villenuve Loubet, ha evocato il percorso del manuale che fu pubblicato per la prima volta nel 1891 a spese dell’autore per poi conoscere immenso successo a livello nazionale ed internazionale. Nel corso delle edizioni, Pellegrino Artusi continuò ad arricchirlo di innumerevoli ricette fino alla sua morte avvenuta nel 1911. Il manuale è oggi riconosciuto come dettagliata testimonianza della cucina italiana, ma anche della storia e della lingua del Bel Paese.