News Pagina 13

NEW YORK. Presentato in anteprima il video "In viaggio lungo la Via Emilia e la sua Food Valley", prodotto da Apt Servizi Emilia-Romagna e realizzato da Francine Segan. Presenti a NYC un testimonial d'eccezione: lo chef stellato Massimo Bottura - Osteria Francescana, molto conosciuto e apprezzato negli Stati Uniti, insieme con l'ideatore del Parco Agroalimentare FICO Eataly World,Oscar Farinetti, l'assessore Regione Emilia-Romagna al Turismo inEmiliaRomagna Andrea Corsini, rappresentanti delle Destinazioni turistiche "Romagna", "Bologna Metropolitana" ed "Emilia" e del Centro di cultura gastronomica della cucina domestica italiana Casa Artusi.

Nell'anno del cibo italiano nel mondo, l'Emilia-Romagna cala i suoi 'assi' a New York con una serie di appuntamenti promozionali in programma giovedì 22 febbraio Consulate General of Italy in New York

Indicata, in gennaio dal New York Times, come una delle 52 mete turistiche da visitare nel 2018 nel mondo per le sue eccellenze turistiche e novità l'Emilia-Romagna ha registrato, nel 2017, positivi dati turistici dagli Stati Uniti con arrivi e presenze in aumento rispettivamente del +9% e del +11,9%.
Enogastronomia, patrimonio storico, culturale e motoristico, shopping e wellness: l'appeal dell'Italian Lifestyle, principale motivazione di viaggio per il mercato americano verso questo Paese, è il grande capitale dell'Emilia-Romagna - commenta l'Assessore al Turismo Regionale Andrea Corsini - plausibile scommettere su un'ulteriore crescita dei flussi turistici provenienti dagli Stati Uniti, strategica per l'economia turistica regionale. L'incremento della quota internazionale fissato da questa governance come obiettivo del triennio è decisivo per lo sviluppo auspicato.
#inemiliaromagna #foodvalley #destinazioneromagna #destinazioneemilia
#artusi #artartusi Francine Segan
FOOD in TOUR Food Valley Travel & Leisure Bologna Welcome Modenatur - Incoming tour operator & DMC Parma Incoming Bologna Art Hotels Batani Select Hotels #annodelciboitaliano

il VIDEO !!!

A Venerina, assieme ai figli Andrea e Ilaria Erbacci, della locanda della Fortuna di Bertinoro viene affidata la gestione del Ristorante Casa Artusi.

Questa è la decisione del Cda e dell’assemblea dei soci di Casa Artusi che hanno approvato in data 22 dicembre il lavoro della commissione di esperti nominata per l’affidamento del Ristorante.

Come è noto, pur uniti nell’obiettivo di far conoscere la cultura artusiana, la gestione del Ristorante è distinta dal centro di cultura Casa Artusi e gli attuali gestori, Andrea Banfi e Jamila Khaled, avevano comunicato la volontà diterminare la propria attività a dicembre2017, dopo 10 anni di intenso lavoro.

Casa Artusi si dimostra soddisfatto del lavoro svolto in questi mesi per il reclutamento del nuovo gestore, lavoro che ha portato a tanti contatti ma che poi ha condotto il ristorante nelle mani di una famiglia romagnola chemostra capacità e passione.

Venerina è molto conosciuta a Bertinoro perché gestisce la Locanda della Fortuna dal 1992 e a lei, da diversi anni, si sono affiancatiil figlio Andrea e la figlia Ilaria.Tutti insieme hanno scelto di prendersi in carico un progetto importante per tutto il territorio:la gestione del ristorante che è stato aperto a Forlimpopoli 10 anni fa in nome del padre della cucina italiana.

Il Presidente Giordano Conti ritiene che la famiglia bertinorese possa portare al Ristorante di Casa Artusi nuove energie per continuare nella promozione della cultura e della gastronomia legata, in nome di Artusi, al territorio e alle sue migliori tradizioni.

Soddisfatto anche il primo cittadino, Mauro Grandini, che dichiara: “Conosco Venerina e la famiglia, mi piace il rispetto e la conoscenza dei prodotti che mostrano anche nel racconto semplice e chiaro quando ospitano i clienti alla loro tavola.E’ quanto, oltre al buon cibo, ciaspettiamo al convivio del Ristorante di Casa.”

Venerina dichiara: “ E’ stato soprattutto mio figlio Andrea che ha voluto affrontare questo nuovo progetto di cui sentiamo tutto il peso e la responsabilità: quella del Ristorante Casa Artusi è una vera e propria scelta di vita che unisce e impegna la famiglia tutta. Metteremo a servizio la nostra esperienza e la voglia che non ci abbandona mai di imparare sempre cose nuove per proporre il meglio del nostro territorio.Contiamo, anche grazie all’attuale personale di sala e di cucina che manterremo in servizio, e con l’aiuto per qualche mese di Andrea Banfi che ringraziamo per essersi reso disponibile, di riaprire indicativamente verso la metà di febbraio”.

A Venerina e ai figli Andrea e Ilaria va l’ augurio dimassima Fortuna,che, lasciata a Bertinoro, continui a sostenerli anche a Forlimpopoli.

Informazioni e prenotazioni:
Telefono +39 0543 74.80.49

mail ristorante@casartusi.it

Il Ristorante Casa Artusi e l'Enoteca sono aperti al pubblico a pranzo e a cena, l'Osteria è aperta solo a cena.

Il Ristorante Casa Artusi è CHIUSO il martedì per turno e il mercoledì a pranzo.

Domenica 25 FEBBRAIO 2018 ore 15,30

Impasti e Pasticci. Ricette di vita in una cucina Romagnola".

L'autrice Daniela Guerra ci parlerà della sua cucina della memoria con ricette della

tradizione romagnola.

A seguire, degustazione in tema.

Percorsi di conoscenza e degustazione per recuperare e conservare le tradizioni ad INGRESSO LIBERO.

La Cultura Artusiana protagonista a Manila nella Settimana della Cucina Italiana nel Mondo

Casa Artusi protagonista nelle Filippine nella Settimana della Cucina Italiana nel Mondo. La responsabile della scuola di cucina, Carla Brigliadori, ha tenuto all’Ascott Bonifacio Global City di Manila un corso dedicato alla pasta fresca fatta a mano, mito e rito dell’Emilia Romagna.

In cucina, insieme a lei, Margarita Fores, Premio Marietta ad Honorem 2013, miglior chef donna Asia lo scorso anno (Asia’s Best Female Chef 2016), prima cuoca filippina ad ottenere questo prestigioso riconoscimento tributato da una giuria internazionale.

Il programma ha visto anche una cena di gala all’Ambasciata Italiana a Manila, alla presenza del neo ambasciatore Giorgio Guglielmino. Al centro del menù i prodotti regionali il Parmigiano Reggiano Dop, l’Aceto balsamico di Modena Dop, il Prosciutto Crudo di Parma Dop, la Mortadella di Bologna Igp, il Sangiovese di Umberto Cesari. Molto apprezzate le ricette artusiane e la piadina fatta a mano dallo staff di Margarita Fores, che in questi anni si è formato nella scuola di cucina Casa Artusi.

L’evento a Manila ha riproposto lo stretto legame tra Casa Artusi e le Filippine. Una liaison avviata cinque anni fa con la nascita di “Casa Artusi Filippine”, punto di riferimento per l’intera l’Asia, centro enogastronomico costruito per onorare l’arte e la scienza della cucina delle case italiane.

Foto Stefano Triulzi

Le domande per partecipare alla gara di affidamento della gestione del Ristorante di Casa Artusi potranno essere inviate fino a mercoledì 6 dicembre 2017

La sottoscrizione di un bando per la gestione dei locali del ristorante da parte del Presidente di Casa Artusi Giordano Conti si è resa necessaria dopo che gli attuali titolari Andrea e Jamila, hanno deciso di concludere la loro gestione il 31 dicembre dopo 10 anni di grande lavoro e impegno.

La nuova gestione

Trovandosi l’esercizio all’interno del centro di cultura di Casa Artusi, la cui mission è promuovere la cultura gastronomica del territorio, con particolare riferimento alla cucina domestica e al ricettario artusiano, l’affittuario è obbligato a sottoscrivere precise linee di ristorazione.

In particolare, la linea gastronomica deve rapportarsi in modo corretto e coerente con il patrimonio della cucina tradizionale nella sua dimensione principalmente domestica. E ancora, nel menù deve essere presente un numero consistente di ricette artusiane, proposte secondo stagionalità, eventi e ricorrenze. La cucina dovrà inoltre attingere le sue ricette dal manuale artusiano “La scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”, rispettandone ingredienti e preparazioni, ed evitando qualsiasi tipo di revisione creativa.

La nuova gestione si instaurerà a partire dal 1 gennaio 2018 e avrà una durata di sei anni.

Requisiti

Potrà partecipare al bando qualsiasi impresa individuale, società commerciale e cooperativa operante nel campo della ristorazione da almeno cinque anni.

In particolare i partecipanti dovranno dichiarare di possedere i requisiti disposti dalla legge sulla “Disciplina dell’esercizio delle attività di somministrazione di alimenti e bevande”, oltre a sufficienti risorse organizzative, gestionali, umane, strumentali e bancarie.

I soggetti che intendono partecipare alla gara, dovranno effettuare un sopralluogo nei locali del ristorante.

Partecipazione

Il partecipanti dovranno consegnare la propria offerta per l’affidamento della gestione del ristorante entro e non oltre mercoledì 6 dicembre 2017 presso Casa Artusi, via Costa 27, 47034 Forlimpopoli (FC).

L’offerta - contenente domanda di partecipazione, bozza di contratto per l’affitto, due referenze bancarie, dichiarazione di effettuazione di sopralluogo, copia del documento di identità del legale rappresentante, scheda tecnica e scheda di offerta economica - dovrà essere consegnatA a Casa Artusi in busta chiusa, indicante il nominativo del concorrente e con oggetto “Proposta per gestione Ristorante Casa Artusi”.

Valutazione

L’affidamento della gestione del centro di ristorazione sarà deciso secondo il punteggio massimo (pari a 100 punti) attribuito ad ogni singolo partecipante.

A pesare l’80% sul punteggio saranno gli elementi di valutazione della scheda tecnica, composti da un progetto di massima adeguatamente dettagliato (tempo previsto per l’avvio dell’esercizio, caratteristiche della gestione in relazione a linea gastronomica, ambiente ed organico previsto, menù, piano tariffario ed apertura giornaliera), curriculum professionale dell’affittuario, proposte culturali e di integrazione con la Scuola di Cucina e la Biblioteca di Casa Artusi e proposte integrative sulle linee gastronomiche.

L’offerta economica peserà sulla valutazione solo per il 20% e il punteggio massimo sarà assegnato alla migliore offerta al rialzo sul canone minimo annuo di 44mila euro oltre all’Iva. Il punteggio relativo alle altre offerte, sarà calcolato in maniera direttamente proporzionale.

Sarà la Commissione nominata dal Cda di Casa Artusi a valutare la documentazione e a proporre al Cda l’affidamento al soggetto che avrà ricevuto il maggior punteggio.

Informazioni: sito www.casartusi.it oppure scrivendo a info@casartusi.it

Per appuntamenti: tel 0543 743138 cell + 39 3498401818


Scarica l'AVVISO (Forlimpopoli, 06.11.17)


Scarica Allegato A) domanda

Scarica Allegato B) bozza contratto affitto d'azienda con linee guida

Scarica Allegato B 1) planimetrie

Scarica Allegato B 2) patrimonio aziendale

Scarica Allegato C) scheda tecnica

Scarica Allegato D) scheda offerta economica